5
Dic 16

IL FALSO COMPLOTTO DELLA MATITA CANCELLABILE

Oggi analizziamo il falso complotto della matita cancellabile come punto di partenza per sviscerare alcune problematiche insite nel procedimento burocratico che dovrebbe garantire la liceità delle scelte democratiche compiute dal popolo durante le elezioni ed i referendum.

matita cancellabile

Avendo ricoperto il ruolo di presidente di seggio almeno una quindicina di volte mi sento di condividere la mia opinione sul tam tam scoppiato sui social riguardante il falso complotto della matita cancellabile con lo scopo di far risvegliare il ragionamento individuale delle persone che hanno deciso di gridare al complotto senza conoscere il funzionamento delle operazioni di spoglio delle schede elettorali.

Il complotto della matita cancellabile presuppone che i componenti del seggio, presidente, segretario e scrutatori, siano tutti in malafede e disposti a fare degli illeciti per far prevalere la loro visione politica che, per forza di cose, dovrà essere identica per tutti i cinque componenti del seggio, nonostante quest'ultimi, fino al giorno prima, molto probabilmente, non si conoscevano neanche, dato che i loro nominativi sono stati scelti dalla Prefettura e dal Comune.

Presupponendo che voi capitiate a votare in un seggio elettorale composto da persone in malafede, secondo voi, cosa sarebbe più facile e veloce che potrebbero fare, cancellare la vostra scelta per poi modificarla in base alla loro visione politica, rischiando di lasciare tracce sulla scheda, oppure tracciare scarabocchi o scritte in modo da rendere lecito l'annullamento della vostra scheda? Spero abbiate capito la retoricità della domanda. Oltretutto, secondo voi, un seggio composto tutto di persone in malafede non potrebbe semplicemente far votare persone che in realtà non si sono recate proprio nei seggi, dichiarando numeri di documento errati nei verbali?

Ora torniamo alla realtà e ragioniamo sulle conseguenze del tam tam sui social di questo presunto complotto della matita cancellabile, infatti la legge impone di votare tracciando una X nel riquadro riguardante la propria scelta con la matita fornita dal Ministero senza aggiunte o doppi segni, per evitare la riconoscibilità del voto, pena l'annullamento. Secondo voi ieri quante persone hanno tracciato due o più X, tracciato la X con la penna o provato a cancellare  il voto sporcando la scheda? Questo non significa che il loro voto è stato certamente annullato, ma quella scheda è rientrata nella discrezionalità del presidente, una persona sola, che poteva accettare il voto per chiara espressione della volontà dell'elettore o poteva annullarlo per possibile riconoscibilità del voto.

P.S. RICORDATE BASTA UNA X APPOSTA CON UNA PRESSIONE MODERATA

CONDIVIDI SUI SOCIAL QUESTA ANALISI

Leave a Reply