22
Mar 14

Il mio partito ideale è un partito che realmente si basa sull'articolo 49 della Costituzione:

"“Tutti i cittadini hanno diritto di associarsi liberamente in partiti per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale

Il senso dell'articolo costituzionale è chiaro, ma non essendo mai stata formulata e approvata la normativa attuativa, in cui vengono indicate l'attività dei soggetti politici, le forze politiche hanno sempre avuto una totale libertà di azione che ci ha condotto, addirittura, alla creazione del partito azienda.

Innanzitutto il mio partito ideale dovrebbe accettare solo le adesioni dei cittadini iscritti nelle liste elettorali certificate, dovrebbe rilasciare una card con numero, identità e foto, dovrebbe pubblicare su un sito le identità e i volti degli iscritti, quindi, dovrebbe fare della massima trasparenza il suo primo obiettivo.

La struttura del mio partito ideale deve avere la struttura di un governo ombra, quindi ricalcare in parte la struttura del mio Consiglio dei Ministri, composto da 11 ministeri, attraverso 11 comitati formati, ognuno, da 11 persone dotate delle competenze tecniche specifiche relative al proprio ministero ombra.

Tali persone dovranno essere scelte a maggioranza semplice da tutti gli iscritti sia attraverso una piattaforma telematica che fisicamente nelle sedi del partito rispettando categoricamente il principio della trasparenza, cioè attraverso il voto palese associato al proprio volto, in modo da rendere facilmente realizzabile sia per gli iscritti che ai soggetti esterni qualsiasi genere di controllo.

Le persone che potranno essere inserite in questi comitati dovranno essere collocate nelle 11 liste relative alle competenze dei vari comitati, solo se in possesso delle specifiche professionalità e non necessariamente dovranno far parte del partito stesso.

I comitati dovranno formulare le varie proposte di legge, accompagnate dalle dovute motivazioni, e sottoporle agli iscritti tramite votazioni on line a maggioranza semplice, in modo da formare e aggiornare continuamente il programma del partito e permettere agli eventuali esponenti istituzionali di velocizzare e rendere quanto più omogenea possibile la loro azione.

Le proposte di legge, con le dovute motivazioni, potranno essere formulate e portate all'attenzione della totalità degli iscritti, anche, dagli stessi iscritti riuniti in gruppi che rappresentino almeno 1/5 della base del partito.

Potranno essere eletti alle cariche parlamentari tutti gli iscritti, mentre, potranno ricoprire i ruoli istituzionali solo le persone che fanno parte delle liste da cui vengono selezionati i nominativi per la creazione dei comitati, ma dovranno essere indicate prima dello svolgimento delle elezioni con il relativo programma ministeriale.

Il candidato alla Presidenza del Consiglio dovrà essere scelto a maggioranza assoluta dall'assemblea degli 11 comitati e dovrà essere iscritto al partito e far parte delle liste da cui vengono selezionati i nominativi per la creazione dei comitati.

Il Presidente del partito si occuperà della gestione dei comitati e dell'intera struttura partitica, verrà scelto a maggioranza assoluta dall'intera struttura del partito e non potrà partecipare a qualsiasi tornata elettorale per tutta la durata della carica.

 

CONDIVIDI SUI SOCIAL QUESTA ANALISI